servizi | orari

consulenze specialistiche

dove siamo

il nostro personale specializzato effettua prelievi e consegne a domicilio in tutta la città di Palermo. Per info contattateci al 091.324723! 

 

Orari di apertura del Laboratorio

Prelievi: dal lunedi al venerdi ore 7.45 - ore 11.30

Ritiro referti: dal lunedi al venerdi ore 10:00 - ore 12:30
Glicemie frazionate: martedi e giovedì  8.00 -11.00 - 16.00

 
-  Counseling (approccio al disagio esistenziale)
-  Rilassamento e Antistress (Tecniche naturali di riequilibrio Mente-Corpo: respirazione, meditazione)


 

 

 

Indirizzo di partenza:
 

Il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF), la cui missione è di promuovere la prevenzione primaria dei tumori attraverso la ricerca e la divulgazione della conoscenza sulle loro cause, ha concluso un'opera ciclopica di revisione di tutti gli studi scientifici sul rapporto fra alimentazione e tumori. Vi hanno contribuito oltre 150 ricercatori, epidemiologi e biologi, di circa cinquanta centri di ricerca fra i più prestigiosi del mondo. L'Istituto Nazionale dei Tumori ha gestito la sezione sui tumori della mammella, dell'ovaio e della cervice uterine. Il volume, disponibile su www.dietandcancerreport.org, malgrado sia prudente nelle conclusioni, riassume in 10 "raccomandazioni" i risultati più solidi della ricerca scientifica.

1) Mantenersi snelli per tutta la vita. Il fattore numero uno di maggior rischio di cancro, quello più solidamente dimostrato è il sovrappeso. Le persone grasse si ammalano maggiormente di tumore della mammella, dell'endometrio, del rene, dell'esofago, dell'intestino, del pancreas e della cistifellea. La correlazione obesità-cancro non è più trascurabile, anzi la sua veridicità non ha più bisogno di prove.

2) Attività fisica quotidiana. E' sufficiente un impegno fisico pari a una camminata veloce, che presuppone fatica per almeno mezz'ora al giorno. La sedentarietà nelle popolazioni urbane consolida abitudini che remano contro la nostra salute (macchina per qualsiasi spostamento, televisione e computer): la mancata attività fisica comporta mancata ossigenazione delle cellule. Dove è assente l'ossigeno, la cellula è più sottoposta a stress ossidativo e può diventare cancerogena.

3) Limitare il consumo di alimenti ad alta densità calorica ed evitare/escludere il consumo di bevande zuccherate, zuccheri raffinati. Gli studi rivelano che le bevande gassate e zuccherate sono da evitare, da escludere così come i cibi precotti e preconfezionati.

4) Basare la propria alimentazione prevalentemente su cibi di provenienza vegetale, con cereali non raffinati e legumi in ogni pasto, con un'ampia verietà di verdure non amidacee e di frutta. Cinque porzioni al giorno (per 600 g.circa). Da escludere le patate.

5)Limitare il consumo di carni rosse (ovine,suine,bovine) ed evitare/escludere il consumo di carni conservate (carni in scatola, salumi, prosciutti, wurstel).

6) Limitare il consumo di alcolici. Non sono raccomandate, ma bisogna limitarsi ad un bicchiere di vino (120 ml)al giorno per le donne e due per gli uomini, solamente durante i pasti.

7) Limitare il consumo di sale (non più di 5 g.al giorno) e cibi conservati sotto sale.

8) Evitare-escludere i cibi contaminati da muffe (cereali e legumi contaminati) e si consiglia di non conservarli in ambienti umidi e caldi.

9) Allattare i bambini al seno per almeno sei mesi.

10) Non fare uso di tabacco, evitare l'esposizioni in ambienti dove si fuma regolarmente.

11) Si sconsiglia l'uso di integratori e vitamine-minerali.

 

Approfondimenti sul sito: www.istitutotumori.mi.it