servizi | orari

consulenze specialistiche

dove siamo

il nostro personale specializzato effettua prelievi e consegne a domicilio in tutta la città di Palermo. Per info contattateci al 091.324723! 

 

Orari di apertura del Laboratorio

Prelievi: dal lunedi al venerdi ore 7.45 - ore 11.30

Ritiro referti: dal lunedi al venerdi ore 10:00 - ore 12:30
Glicemie frazionate: martedi e giovedì  8.00 -11.00 - 16.00

 
-  Counseling (approccio al disagio esistenziale)
-  Rilassamento e Antistress (Tecniche naturali di riequilibrio Mente-Corpo: respirazione, meditazione)


 

 

 

Indirizzo di partenza:
 

NOTA. PER LA CORRETTA ESECUZIONE DEL TEST IL PAZIENTE DEVE EVITARE DI ASSUMERE ANTI-STAMINICI ALMENO 10 GIORNI PRIMA DEL PRELIEVO

TIPOLOGIE DEL TEST INTOLLERANZE PREZZO DEL TEST
  • METODO TRADIZIONALE 120 ALIMENTI
250,00 EURO
  • METODO TRADIZIONALE 60 ALIMENTI
230,00 EURO
  • INTOLLERANZE ALIMENTARI 110 ALIMENTI HIGEA DIETA MEDITERRANEA
330,00 EURO
  • INTOLLERANZE ALIMENTARI 40 ALIMENTI HIGEA
230,00 EURO

 

  • CONSULENZA E TEST: la precisione del test è uno degli aspetti più innovativi poichè vengono indicati quali cibi sono da evitare ottenendo una diagnosi clinica differenziale. Il centro Mendel srl, per accrescere ancor di più la valenza "terapeutica"della diagnosi, si avvale del prezioso contributo del nutrizionista Dott. Pollina Leonardo, che alla luce degli alimenti individuati, a cui il paziente è intollerante, saprà consigliare le corrette abitudini alimentari da adottare. I test vengono consigliati e indicati dal Dott. Pollina: due incontri caratterizzeranno il percorso.

          1) Un primo colloquio in cui verrà eseguita l'ANAMNESI NUTRIZIONALE: è la prima fase della valutazione dello stato nutrizionale, ottenuta tramite colloquio con il paziente. Tale indagine permette di raccogliere tutte le informazioni utili riguardanti lo stile di vita e le abitudini alimentari per poter iniziare il percorso terapeutico.

La prima parte dell'inchiesta serve a produrre un profilo qualitativo e comportamentale, in quanto fornisce: la percezione del significato del cibo, la relazione tra abitudini alimentari e attività lavorativa, tra cultura e scelte alimentari. Durante l'anamnesi è opportuno verificare i cibi non graditi, eventuali sintomi, disagi, fastidi; vengono indicati i test per rilevare intolleranze o allergie alimentari, risolvendo casi di ritenzione idrica, pesantezza digestiva, cali o aumenti improvvisi di peso, emicranie, sbalzi pressori.

         2) Il secondo colloquio è caratterizzato dalla CONSEGNA DEL REFERTO: considera la distribuzione e il numero dei pasti consumati nel quotidiano per valutare la quantità di energia e di nutrienti assunti. Durante il secondo colloquio, il Nutrizionista consegnerà i risultati del test effettuato. Con la collaborazione del soggetto saranno poste domande mirate, atte a consapevolizzare il paziente. Ad esempio molto spesso ci si dimentica del pane consumato durante i pasti, dell'olio aggiunto al cibo, dello spuntino eseguito al bar o in altri ambiti.

  • EDUCAZIONE ALIMENTARE: per intraprendere il percorso di Educazione alimentare ("dieta centrata sulla persona"), correggere il proprio stile alimentare, rivedere le proprie abitudini a tavola, integrare nuovi alimenti, il paziente potrebbe anche sentire il bisogno di proseguire il percorso con il nutrizionista anche dopo i due incontri legati alle intolleranze alimentari. Si concorderanno altri incontri per calibrare una vera e propria dieta "ad hoc" per fronteggiare e risolvere varie problematiche, più o meno patologiche.